Il caro carburante fa crescere la mobilità sostenibile.

La micromobilità, fortunatamente, è in continua crescita. Analizzando i dati del periodo che vanno da gennaio a marzo del 2022 vediamo come l’uso del car sharing è aumentato del 10% mentre l’utilizzo dei mezzi relativi alla micromobilità (monopattini, bici, scooter) è aumentato del 35%!

L’aumento dell’utilizzo dei servizi di car sharing e della micromobilità è dovuto sicuramente anche a causa del caro carburante. Tra le manovre del governo per incentivare l’uso dei servizi di sharing, troviamo l’ipotesi di abbassare l’iva, dal 22% al 10%, così da ottenere nuove risorse da investire verso due direzioni:

  • da una parte si potenzierebbe l’offerta della sharing mobility e in particolare del car sharing, aumentando così le capacità delle aziende di ingrandire e rinnovare le flotte;
  • l’altra parte delle risorse invece verrebbe investita per rafforzare i profili di sicurezza, con un’implementazione dei dispositivi tecnologici e con l’attivazione di un numero ancora maggiore di appositi corsi di formazione in particolare nelle scuole.

Sostenere e perfezionare il car sharing significherebbe far diffondere  l’utilizzo di un servizio che riduce il traffico delle auto private riducendo anche l’inquinamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *